Skip to content
Close
Hit enter to search or ESC to close

Land Inc. TerraProject

Presentazione all’ex-Convitto Ragusa: Giovedì 17 novembre 2016 h. 18.30

Dal momento della crisi alimentare del 2008, la sicurezza alimentare e la sovranità erano diventate un obiettivo chiave per molti paesi. Una crescente domanda globale di cibo, soprattutto carne, e di carburante, spinge il governo e le imprese a investire in terreni, con leasing o acquisto di vaste aree agricole, al fine di produrre colture, spesso per essere successivamente importate di nuovo ai loro mercati interni. Mentre il fenomeno è spesso considerato come “land grabbing”, le sue ragioni e le dinamiche sono più profonde e complesse di come una semplice formula potrebbe dedurre.

Incontrollate speculazioni di terra su larga scala possono essere una minaccia per la biodiversità e possono innescare violazioni dei diritti umani a danno di alcuni dei 1,5 miliardi di persone locali, titolari di diritti e indigene la cui vita è basata sulla piccola agricoltura e che sono privati del possesso o dell’accesso alle loro terre. Questa forma di competizione per la terra è drammaticamente sbilanciata, con i produttori a basso reddito da un lato, e governi stranieri o di rilevanti dimensioni, sostenuti dalle autorità locali, e nazionali, dall’altro. Tutto questo avviene a prescindere dal fatto che i piccoli produttori possono invece svolgere un ruolo fondamentale nel ridurre la povertà e l’insicurezza alimentare.

Dal 2012 al 2013, TerraProject ha documentato le tendenze, i meccanismi e gli impatti di acquisizioni di terreno nei principali paesi coinvolti dal fenomeno: Brasile, Dubai, Etiopia, Filippine, Indonesia, Madagascar ed Ucraina. 
Il progetto rivela una varietà di forze storiche e socio-economiche che stanno dietro gli investimenti e le acquisizioni dei terreni, il che rende difficile etichettarlo con una semplice definizione, ma anche evidenzia come il risultato finale, in tutti questi diversi scenari, è spesso lo stesso. In effetti, la tendenza globale è quello di sostenere le grandi azienda agricole, minando il modello dei piccoli agricoltori.

15003308_671266129697800_4753861432806089677_o
15016304_671266476364432_91969325632159815_o

Photographs: TerraProject
Texts and editorial direction: Cécile Cazenave
Artistic direction and graphic design: Mónica Santos
Preface: José Bové
Infographics: Studioburo

17x24cm (6,7×9,4 in)
158 pages
English and French editions
68 images

Printed at Anel Gráfica (Grenade, Spain) on Cyclus Print 100% recycled paper

landinc.terraproject.net